Assume affiliato al clan Santapaola per fargli ottenere i “domiciliari”, arrestato il titolare di un negozio di mobili a Gravina

Pubblicato il 13 Novembre, 2020

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Catania hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Catania, sezione GIP, a carico del 63enne Sebastiano Grasso, responsabile di concorso in associazione per delinquere di stampo mafioso e false dichiarazioni all’autorità giudiziaria. Il provvedimento trae origine dalle indagini del Nucleo Investigativo, attraverso le quali si è verificato come lo stesso, titolare di un negozio di mobili a Gravina di Catania, dal 2013 al 2017, abbia fatto da tramite con alcuni esponenti della famiglia di Cosa Nostra etnea “Santapaola– Ercolano”, per la raccolta di alcune rate estorsive. Inoltre nel corso delle indagini si è accertato che il Grasso, nel 2015, ha fittiziamente assunto alle proprie dipendenze un affiliato al clan, predisponendo una falsa dichiarazione, diretta al Tribunale di Sorveglianza di Catania, al fine di far ottenere a quest’ultimo la detenzione domiciliare. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato condotto nella casa circondariale di “Catania Bicocca”, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.“