Servizi amministrativi, siglato il contratto decentrato integrativo per il personale del Comune

In una nota il sindaco Massimiliano Giammusso e l’assessore con delega all’Amministrazione Generale e al Personale Salvo Santonocito fanno sapere che è stato definito e siglato il contratto collettivo decentrato integrativo relativo al personale del Comune di Gravina di Catania. «Si tratta di un risultato raggiunto grazie a tutti gli attori coinvolti nella negoziazione sindacale. Il contratto decentrato – ha spiegato il sindaco Massimiliano Giammusso – è uno strumento che consente agli Enti Locali, nell’ambito del contratto collettivo nazionale per la Funzione Pubblica – di adottare criteri di assegnazione delle indennità accessorie e di performance legate alle esigenze organizzative specifiche della macchina comunale. L’accordo sui temi oggetto del contratto decentrato è uno degli aspetti che contribuisce a valorizzare le risorse umane presenti nel nostro Comune nell’ottica del miglioramento continuo. Desidero ringraziare tutta la RSU, le sigle sindacali della Funzione Pubblica e, naturalmente, i funzionari del nostro Comune che si sono occupati di tutto l’iter negoziale, a partire dal Segretario Generale del Comune, dottoressa Stefania Finocchiaro; il vice segretario e Responsabile del 1° Servizio, dottoressa Ornella Castellani; il Responsabile del 9° Servizio, dottoressa Angelita Menza; il responsabile del 10° Servizio, dottor Rosario Peri».

A spiegare i dettagli del contratto decentrato è stata la dottoressa Stefania Finocchiaro, Segretario Generale del Comune e delegata alla negoziazione per la parte pubblica: «L’accordo integrativo interviene in tutti gli aspetti legati alle indennità accessorie come lo straordinario, la reperibilità del personale e le condizioni di lavoro a rischio – ha spiegato – così come sono previsti specifici incentivi per le performance e il raggiungimento degli obiettivi sia individuali che collettivi. Il documento è stato sottoscritto dalle segreterie provinciali Cisl-Fp, Csa/Cisal, nonché dagli RSU Paolo Ricca, Salvatore Bertino, Sebastiano Ciminata, Filippo De Maria, Alfredo Dolcemascolo».