Coronavirus, ecco cosa cambia in Sicilia con l’ordinanza di Musumeci

Covid, la Sicilia diventa “area gialla” ma restano confermati la didattica a distanza per gli studenti delle scuole superiori, la chiusura di teatri, cinema, musei, parchi, palestre e piscine e il divieto di circolazione dalle 22 alle 5. Lo prevede la nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, appena firmata, per limitare il contagio nell’Isola.

Il provvedimento sarà in vigore da domani (domenica 29 novembre) a giovedì 3 dicembre. Permane a bordo dei mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale il limite del 50 per cento di riempimento rispetto alla capienza. Permane la chiusura dei centri commerciali nelle giornate domenicali ma si fa eccezione per farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

Potranno riaprire (dalle 5 alle 18), invece, i bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie e pizzerie. Consentita, fino alle 22 la vendita di cibo solo per asporto, mentre nessun limite per il domicilio. Sarà possibile muoversi all’interno del proprio Comune, e fuori, dalle 5 alle 22. Negli altri orari spostamenti possibili solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o di salute.