Covid, bollettino del 16 dicembre: in Sicilia contagi stabili. Italia verso lockdown di Natale. Presto 129 mila dosi di vaccino nell’Isola

L’Italia e la Sicilia si preparano alla vaccinazione; la campagna, infatti, dovrebbe iniziare nella seconda metà di gennaio con le prime 1.833.975 dosi di vaccino che verranno distribuite da Pfizer e inviate alle Regioni in base alle richieste del commissariato straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri. Nella nostra Isola dovrebbe arrivare un primo lotto da 129mila dosi.

Intanto, anche oggi, il bollettino del Ministero della Salute indica una certa stabilità di crescita della curva dell’epidemia. Nella ultime 24 ore nella nostra Isola si sono diagnosticati 1.065 nuovi casi (ieri erano stati 1.087). Si devono registrare 29 persone decedute. I ricoverati in terapia intensiva oggi sono 183 (-2 rispetto a ieri). Sono 1.371 i pazienti ricoverati in ospedale (ieri erano 1.410). 1.829 persone sono guarite. 22.805 persone restano in isolamento domiciliare. 9.974 i tamponi eseguiti; il rapporto tra i positivi sui test effettuati è del 10,6%, superiore al dato italiano che è 8,8%.

La distribuzione per province. Catania 297 nuovi casi, Palermo 285, Messina 253, Siracusa 69, Trapani 52, Agrigento 36, Ragusa 32, Caltanissetta 30, Enna 11.

La situazione in Italia. In Italia si sono diagnosticati, nelle ultime 24 ore, 17.572 nuovi casi e ancora un numero elevato di decessi: 680 (totale arrivato a 66.537). 

Nel governo è in corso il dibattito per un lockdown di Natale; si va verso un’Italia interamente zona rossa per Natale, questo, per evitare assembramenti che porterebbero, secondo il comitato tecnico scientifico, verso una terza ondata che potrebbe mettere in ginocchio il sistema sanitario.