Covid, bollettino del 18 gennaio in Sicilia: l’Isola è la regione con più nuovi contagi in Italia. Aumentano vittime. Vaccinati a quota 94716

In aggiornamento

Secondo i dati del bollettino del Ministero della Salute, nelle ultime 24 ore, in Sicilia si sono diagnosticati 1.278 nuovi casi di coronavirus. Si devono registrare 38 persone decedute.

In ospedale sono ricoverati 1.444 pazienti in regime ordinario (+22) e 205 in terapia intensiva (-3). 780 sono stati i guariti. 45.236 siciliani restano in isolamento domiciliare. 39.776 i tamponi somministrati (comprensivi anche i test rapidi, un numero record in Italia) e la percentuale di positività è del 3,21%.

I vaccinati in Sicilia

Sono 94716 i siciliani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino. Le scorte della nostra Regione ammontano a 132085 e, quindi, il tasso di somministrazione è del 71,7%.

In testa alla classifica italiana c’è la Campania che ha già somministrato il 94,4% dei vaccini, mentre chiude la classifica la Calabria che ha somministrato solo il 51,9% delle dosi ricevute.

1153501 il totale dei vaccinati in Italia.

La situazione in Italia. Nel nostro Paese, nelle ultime 24 ore, si sono diagnosticati 8.824 contagi, contro i 12.545 di ieri. Quindi, un netto calo. Consideriamo però, che i tamponi, come sempre il lunedì, sono in numero ridotto, 158.674 (53mila in meno rispetto a ieri), ma il tasso di positività, che dal 15 gennaio si calcola comprendendo anche i test rapidi antigenici, scende per il secondo giorno di fila al 5,56% (ieri 5,9).

I decessi sono stati 377, stesso numero di ieri.

La Regione con più casi giornalieri è la Sicilia (+1.278), seguita da Lombardia (+1.189), Emilia Romagna (+1.153), Veneto (+998) e Lazio (+872).