Covid 14 marzo, curva stabile. Astrazeneca, inchiesta della Procura di Catania su possibili controindicazioni

Dai dati del Bollettino del Ministero della Salute nelle ultime 24 ore, in Sicilia si sono diagnosticati 613 nuovi casi di coronavirus. Si devono registrare 13 persone decedute. Il Bollettino di ieri faceva segnare 650 contagi e 13 vittime. Il numero dei tamponi effettuati è stato di 21.814 e il tasso di positività è del 2,8% (in risalita rispetto a ieri).

791 pazienti sono ricoverati in ospedale (ieri erano 783) di cui 100 in terapia intensiva (ieri erano 99). 147 i guariti. 13.532 siciliani restano in isolamento domiciliare).
La situazione nelle province. Palermo 220 nuovi casi, Catania 124, Agrigento 65, Siracusa 55, Caltanissetta 51, Ragusa 45, Messina 44, Trapani 5, Enna 4.

Vaccinati in Sicilia. Ad oggi sono 509800 i siciliani che hanno ricevuto una dose di vaccino. Le scorte ammontano a 629965. Ieri erano stati vaccinati 499782, quindi nelle ultime 24 ore sono stati vaccinati 10018 siciliani.

In Italia sono state vaccinate 6610347 persone di cui 1968796 ha anche ricevuto la seconda dose di siero.

Astrazeneca: La Procura Catania indaga su possibili “controindicazioni”, un’inchiesta per accertare eventuali reazioni avverse su soggetti trombofilici.

La Procura di Catania ha aperto un’inchiesta per eventuali controindicazioni del vaccino AstraZeneca contro il Covid 19 su soggetti trombofilici. L’inchiesta è a carico di ignoti.

In un’intervista rilasciata a Repubboica il procuratore Zuccaro spiega: “Stiamo verificando se determinati soggetti trombofilici possano avere una predisposizione ad attivare alcuni fattori detonatori. Potrebbero esserci nel vaccino eventuali controindicazioni per alcune persone”.
Sono state già chieste informazioni alle procure che indagano su quattro morti dopo il vaccino: Siracusa, Trapani, Messina, Napoli. Ieri anche la procura di Gela ha sequestrato la cartella clinica di una insegnante di 37 anni che si trova in gravissime condizioni per un’emorragia cerebrale e che aveva ricevuto il vaccino il primo marzo (un lotto diverso da quello ritirato dall’Aifa).

Un altro caso su cui la Procura indaga, che non ha però provocato la morte del soggetto vaccinato, è stato registrato a Catania.

Sempre a Catania ieri, l’autopsia sul corpo di Stefano Paternò, il sottufficiale della Marina morto lunedì 9 marzo (15 ore dopo essersi sottoposto alla prima dose del vaccino) non ha dato risposte.

La situazione in Italia. Sono 21.315 i nuovi casi di coronavirus (ieri erano 26.062). Le vittime sono state 264 (ieri erano state 317). 100mila i tamponi in meno effettuati; infatti sono stati effettuati 273.966 tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus. Il tasso di positività è del 7,78%, ieri era stato del 6,98%, quindi oggi in aumento di circa lo 0,8%.