Gravina, approvato regolamento sul credito d’imposta per favorire l’occupazione

Una misura concreta per incentivare l’aumento dell’occupazione sul territorio comunale: questo è “Gravina Lavoro”, il regolamento di attuazione del credito d’imposta che può essere concesso a favore delle aziende che fanno nuove assunzioni. «Il documento – ha spiegato il sindaco Giammusso – è stato approvato in Consiglio comunale durante la seduta del 18 marzo scorso. Il Comune di Gravina di Catania si è dotato di uno strumento che mira a sostenere l’incremento dell’occupazione, concedendo un contributo comunale alle imprese che danno vita a nuovi contratti di lavoro nelle unità ubicate sul territorio comunale a beneficio di cittadini gravinesi».

A spiegare i dettagli del regolamento, approvato dal civico consesso presieduto da Claudio Nicolosi, è stato il consigliere Paolo Kory, presidente della II Commissione e promotore del documento: «Il contributo consiste nella concessione di un credito d’imposta/bonus sui tributi comunali come l’Imu, la Tosap e imposta sulla pubblicità, che potrà essere assegnato previa verifica dei requisiti – ha spiegato – annualmente verrà pubbicato un avviso che stabilisce i termini e le modalità di presentazione della domanda. Per poter accedere al contributo è necessario avere i requisiti specifici previsti nel regolamento, come la regolarità contributiva, il rispetto delle norme di sicurezza sul lavoro, dei contratti collettivi e l’assenza di interdittive antimafia nelle persone dei legali rappresentanti, degli amministratori e dei soci. L’agevolazione sarà concessa nel limite delle risorse disponibili ed è commisurata in circa 800 euro. Le richieste saranno esaminate in via preventiva per la valutazione dell’ammissibilità e la verifica dei requisiti. Desidero ringraziare tutti i componenti della II Commissione, così come i colleghi consiglieri che hanno firmato la proposta di delibera e quelli che l’hanno condivisa votandola in Consiglio comunale».