Via Bufalino, l’Enel avverte che toglierà l’energia dalle 9,30 alle 16,30 ma cambia programma e non informa i residenti. Giorni fa, il contrario: tolsero la luce senza avvertire. L’ufficio Manutenzioni del Comune che dice?

Accade oggi a Gravina che, società di manutenzione, incaricate dall’Enel facciano un po’ come vogliono a discapito dei cittadini. Questi io fatti. Affissi i cartelli un paio di giorni fa (come quelli nella foto d’apertura) lungo tutta via Gesualdo Bufalino che avvertivano della sospensione di energia elettrica per il 6 maggio dalle 9,30 alle 16,30, oggi (6 maggio) hanno pensato bene di cambiare idea. Incredibile ma nessuno si è preoccupato di togliere i cartelli che ancora oggi sono affissi, mentre scriviamo. Quindi, chi si era organizzato con gruppi di continuità, andando a casa di amici per lavorare, chi aveva trasferito frigoriferi interi a casa di parenti e vicini (data il lungo stop di energia previsto) ha fatto tutto lavoro sprecato e inutile.

Ma la cosa davvero singolare è che la notizia del cambio idea di Enel e dei suoi incaricati, arriva casualmente, dagli operai al lavoro in via G. Leopardi: “Forse no. Riceverete un altro avviso – dice un operaio”.

Ma, attenzione, tale situazione si è già verificata, esattamente al contrario. Circa un mese fa furono eseguiti dei lavori in Via del Bosco; in quell’occasione fu tolta l’energia agli abitanti di via Gesualdo Bufalino dalle 9,30 alle 16,30 senza che vi fosse alcun avviso affisso in strada. Potete immaginare le conseguenze di tali comportamenti. Chissà cosa ne pensa l’Ufficio Manutenzioni del Comune, se è informato di tali disservizi che queste società creano ai cittadini. Restiamo in attesa di una risposta. Chiamare l’Enel per protestare? Buona fortuna…