Nascita Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta: il plauso dell’Ugl etnea

“La nascita della nuova Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta, a seguito della fusione per incorporazione di Sostare in Amt, è un’operazione che continua a trovarci favorevoli. Siamo già pronti a confrontarci in sede aziendale con le rispettive società nell’ambito della procedura di consultazione sindacale prevista dalla legge n° 428 del 29 dicembre 1990, già dal prossimo 7 giugno data in cui si terrà la prima videoconferenza”.

Questo è quanto hanno detto il segretario territoriale della Ugl, Giovanni Musumeci, il segretario provinciale della federazione Ugl autoferrotranvieri, Giuseppe Scannella, e il segretario provinciale della federazione Ugl Terziario, Carmelo Catalano, ieri durante l’incontro che si è tenuto nell’aula consiliare del Comune di Catania. Alla presenza del sindaco Salvo Pogliese, dell’assessore comunale alle Partecipate Roberto Bonaccorsi, del presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Castiglione, e dei rappresentanti di Amt, gli esponenti della Ugl etnea hanno rimarcato l’importanza della concertazione nella fase di gestazione della nuova partecipata.

“Avremmo preferito che momenti di dialogo come questo fossero stati convocati già a monte dell’intero procedimento avviato ed oggi, giunti quasi alla fine del percorso, riteniamo comunque importante questo passaggio chiarificatore per guardare avanti. Abbiamo intanto apprezzato la volontà del sindaco di attivare il metodo della partecipazione, da noi invocata, per le operazioni di razionalizzazione di altre partecipate che partiranno a breve. Per quanto concerne l’Amts, abbiamo ribadito la necessità di massima attenzione sulla confluenza tra i contratti Autoferrotranvieri e Terziario a garanzia dei lavoratori coinvolti – evidenziano Musumeci, Scannella e Catalano –. Riteniamo senza dubbio strategica la creazione di questa realtà che, ci auguriamo, una volta entrata a pieno regime possa consentire davvero un salto di qualità nella gestione della mobilità cittadina e la valorizzazione delle risorse umane. Per questo confidiamo nella capacità dell’Amministrazione, insieme al management delle aziende, di imprimere una svolta concreta ed efficace nella collaborazione fitta con i rappresentanti dei lavoratori per giungere, senza alcun problema di sorta per i dipendenti, alla conclusione del progetto”.