Covid, Gravina Comune tra i meno virtuosi: nuove restrizioni per contenere l’infezione

Riceviamo e pubblichiamo una nota del sindaco Massimiliano Giammusso sulle nuova ordinanza della Regione siciliana per i Comuni con percentuali insufficienti di immunizzati e alto numero di nuovi contagi.

Dobbiamo purtroppo con dispiacere prendere atto delle ulteriori disposizioni emanate dalla Regione Siciliana con ordinanza n. 85/2021.

Il Comune di Gravina di Catania è purtroppo tra i 55 comuni siciliani con insufficiente percentuale di immunizzati, solo il 51,87%, a fronte del 60% auspicato, e che ha registrato nella scorsa settimana un numero di contagi nuovi, 39, che nel rapporto numerico previsto (superiore in proporzione a 150 su 100 mila abitanti) hanno incluso automaticamente Gravina tra i Comuni in cui prevedere restrizioni ulteriori e immaginare iniziative di promozione della vaccinazione della nostra popolazione.

In particolare il testo dell’ordinanza prevede all’art. 2 che oltre alle vigenti disposizioni per il contenimento del contagio, si applicano dal 24 agosto 2021 fino al 6 settembre 2021 compreso, le seguenti misure:
a) Uso obbligatorio delle mascherine in tutti i luoghi al chiuso e in quelli all’aperto ove sono presenti più soggetti (quali ad esempio strade e piazze), ad eccezione dei bambini di età inferiore ai dodici anni, dei soggetti affetti da patologie che ne rendono incompatibile l’utilizzo e di coloro che, nel rispetto delle misure di prevenzione, effettuano attività sportiva all’aperto;

b) Divieto di assembramento nelle aree pubbliche;

c) Per le attività di banchetto e per gli eventi privati restano ferme le disposizioni vigenti con obbligo di tampone rinofaringeo per gli operatori e per i partecipanti nelle 48 ore antecedenti l’evento.

La nostra Amministrazione si è già messa a disposizione di Asp e Distretto sanitario per individuare le misure da attuare per raggiungere il 70% previsto per il 6 settembre per evitare ulteriori restrizioni.

Abbiamo il diritto di voltare pagina e di cancellare il Covid dalle nostre vite, faremo tutto il necessario per riuscirci. Grazie a tutti per la collaborazione.