Gravina, nuovo Piano Regolatore, Il presidente del Consiglio Claudio Nicolosi: “Strumento indispensabile per la tutela del territorio e la riduzione dei rischi”

“In questo particolare momento storico, nel quale assistiamo sempre più frequentemente a fenomeni climatici che raggiungono livelli alti di criticità, in un territorio altamente antropizzato e cementificato come quello dell’hinterland e, in particolare quello del nostro Comune, l’adozione di strumenti di pianificazione urbanistica mirati a tutelare il territorio e mitigare così il rischio idrogeologico attraverso regole chiare è ormai una necessità. Sono stato uno dei primi, a Gravina a sollevare negli anni scorsi il problema dell’eccessiva edificazione, a volte anche selvaggia, chiedendo lo stop a nuove costruzioni”

Il Consiglio comunale da me presieduto ha già approvato le direttive generali del nuovo piano regolatore, nonché lo studio di dettaglio del centro urbano. E anche alla luce dell’entrata in vigore della legge regionale 19 del 2020, ho inoltrato formale richiesta al nostro Ufficio urbanistica per avere contezza dello stato d’avanzamento del nuovo Piano Regolatore Generale. L’amministrazione sta lavorando già in tal senso ma il nostro compito quale assemblea cittadina è quello di valutare, verificare e decidere”.

Lo ha dichiarato il Presidente del Consiglio Comunale di Gravina, Claudio Nicolosi.